• it
    ASP
    05.12.2022

    Una festa inSuperAbile per i 10 anni dell’associazione

    Grande successo per la serata del giubileo, che ha visto una folta partecipazionedi soci e autorità, resa ancor più magica dallo show di Federico Soldati.

    Si sono svolte la sera del 26 novembre nel magnifico contesto del Centro Culturale del LAC di Lugano le celebrazioni dei festeggiamenti dei dieci anni d’attività dell’associazione inSuperaAbili, sezione ufficiale ticinese dell’Associazione Svizzera dei Paraplegici di Nottwil che è stata rappresentata dal suo Direttore Laurent Prince.

    Alla serata del giubileo hanno presenziato quasi 200 persone nonché numerose autorità, enti e politici. Il Consigliere di Stato Raffaele de Rosa, il Vicesindaco di Lugano Roberto Badaracco e la Municipale Karin Valenzano hanno portato i saluti sottolineando l’importanza sociale e la valenza dell’attività di inSuperAbili sul territorio ticinese. Alla serata già speciale si è aggiunta anche la magia del mentalist ticinese Federico Soldati che ha saputo coinvolgere e stupire con il suo show molti dei presenti.

    Il Gruppo Carrozzella InSuperAbili è stato fondato nel 2012 con lo scopo di incentivare la pratica di discipline sportive e attività ricreative da parte delle persone con disabilità. Nato dall’entusiasmo di alcune persone mielolese, che hanno sentito la necessità di costituirsi in associazione per condividere la passione per lo sport, ma anche per la necessità di sostenersi e di rappresentare per la società un referente, un punto di incontro per costruire insieme una condizione effettiva di inclusione. Nel riconoscimento dell’importanza dello sport e delle opportunità di incontro e aggregazione, InSuperAbili offre la possibilità di “rimettersi in pista” più facilmente durante il faticoso percorso di recupero e reintegro sociale che può far seguito a un grave infortunio o una malattia invalidante.

    «La vicinanza è ciò che ci caratterizza, l’essere presenti all’interno di tutti gli aspetti sociali della vita e della comunità e non relegati in pochi spazi isolati, perché è solo l’incontro con l’altro, il dialogo ed il confronto che possono aiutarci a rendere la nostra società più ricca e pronta ad accogliere i cambiamenti necessari che la realizzazione dell’inclusione comporta. Non sarà mai uno sguardo pietistico a guidare le nostre azioni ma sempre un’attenzione alla persona e al destino che è chiamata a seguire, nello stare davanti alle difficoltà che la disabilità comporta» Sono state le parole del Presidente Walter Lisetto che con il Vice Alessandro Viri hanno diretto l’evento organizzato da Edimen, sotto la guida del frizzante e mai banale presentatore Davide Riva.

    Nel corso della serata – seguendo il motto «le barriere sono solo quelle della mente» sono state ripercorse le attività sportive e culturali proposte in questi dieci anni d’attività: il AeroGravity, Parapendio, Mongolfiera, Sledge Hockey, Curling, Basket, nuoto, footbalino, Handbike, Scherma, Vela, Tiro e Sci.

    Attualmente il Club può contare circa 400 soci, un centinaio dei quali con disabilità e venti monitori, e gode del supporto di numerosi volontari a cui è andato un caloroso ringraziamento. Non ricevendo sussidi a livello Cantonale, l’associazione ha anche voluto ringraziare i soci sostenitori e gli sponsor che permettono lo svolgimento delle molteplici attività sociali.